Il plumbeo fulgore
dell’asfalto inondato
di luce ha accecato
il mio vagabondare;

percossi dall’uggia
autunnale, due occhi
sconcertati, stanchi,
impregnati di pioggia,

mi osservano severi
dallo specchio: nudo,
sconfitto, mi chiudo
nei miei pensieri…

Composta il 4 ottobre 2016. Quartine a rime incrociate.