Fratello

Fratello dalla pelle
per taluni sì diversa
che cercavi altra vita
affidandoti alle stelle,
stringendo fra le dita
una fede mai persa;

fratello, sconosciuto
che riposi sui fondali
di una lapide anonima,
che moristi senz’aiuto
per la gioia d’animali
col buio nell’anima;

fratello, sognatore
lacerato da miserie,
conflitti o ingiustizie
tinti del bianco colore
di democrazie fittizie,
artefici di macerie;

fratello, perdonaci,
perdona i nostri avi
che scrisser la storia
e gli sciocchi seguaci
di chi brama vittoria
sui deboli ed i savi;

fratello, che infine
tu possa trovar pace
e noi il senno perduto
pria che altro confine
accenda la fornace
in cui arderà tutto.  » LEGGI TUTTO  »